Sono cresciuta nella macelleria De Angelis. La loro cortesia, professionalità e gentilezza hanno accompagnato la spesa di mia madre e mia nonna. E oggi anche la mia.
Rosa, cliente affezionata.

Non è sempre facile orientarsi in un mercato complesso come quello enogastronomico. Quando si parla di carne poi la confusione regna sovrana.
A chi affidarsi? Come riconoscere la vera qualità? Come valutare un rivenditore da un altro?
Ecco un piccolo vademecum di consigli utili e pratici.

Chiedi consiglio al tuo macellaio. Se non ti fidi, cambia negozio!




Fidati del tuo naso. Se senti cattivo odore vattene!




Fai attenzione alla conservazione! La giusta temperatura è da 0° a 4°




Controlla sempre che non ci siano liquidi sotto la carne in esposizione.




Guarda sempre le unghie del macellaio. Se son sporche scappa.




Un bravo macellaio tocca solo la carne, non i soldi!




Il materiale perfetto per il piatto da esposizione? Senza dubbio il policarbonato.




Il tagliere? Meglio in legno ma ricorda che non tutti i legni sono uguali.




Residui sul tagliere? Flora batterica assicurata per la tua carne.




Il camice del macellaio? Sempre pulito e senza strappi o è meglio se vai via.




Ricorda che il grembiule serve al macellaio per non sporcarsi, non per pulirsi le mani!




Guarda sempre il coltello. La lama deve essere senza incrostazioni e il manico meglio se di plastica.